PROGETTO

citizens for europe in the citizens' europe

(Cittadini per l'Europa nell'Europa dei cittadini)

 

 

Il programma Europeo “EUROPE FOR CITIZENS” ed in particolare il sottoprogramma “Democratic engagement and civic participation” prevede il coinvolgimento di numerosi soggetti pubblici e associazioni volontaristiche di almeno due paesi dell’Unione Europea, in particolare in questa iniziativa i partner principali sono:

  • le Amministrazioni Comunali di Meolo e Berre

  • Le scuole medie di Meolo e Berre

  • L’ Associazione di Gemellaggio “Berre-Meolo”.

  • L’Associazione “Anziani di Villa Dreina” di Meolo

  • Il Centro di Documentazione “Giuseppe Pavanello” di Meolo

  • L’Istituto Superiore “Max Planck” di Villorba (TV)

Il Comune di Meolo punta con questo progetto rilanciare il patto di amicizia che da più di 30 anni ci lega alla città della Provenza di Berre l’Etang .

In sintesi il progetto viene proposto con l’intenzione di:

  • aprire uno spazio di confronto e approfondimento multidisciplinare sull’Unione Europea, con particolare riferimento alla sua storia, allo stato presente, agli scenari futuri;

  • sostenere una comunità che, operando tra paesi europei , sia capace di promuovere cultura, educazione, proposte sui temi europei con una visione di ampio respiro e lungo periodo;

  • raccordare e promuovere le iniziative, soprattutto rivolte ai giovani, sui temi europei realizzate sul territorio da persone, enti e organizzazioni, così da favorire la partecipazione e darne risonanza ai vari eventi;

  • realizzare azioni di sensibilizzazione e coinvolgimento della cittadinanza per promuovere la partecipazione ad una indagine conoscitiva sulla popolazione giovanile dai 16 ai 25 anni delle comunità di Meolo e Berre l’Etang, impegnandoci poi ad analizzarne e valutarne i risultati avente per tema: la percezione sui giovani della Casa Comune Europea.

Il COVID 19 non ci ha permesso di incontrarci prima di adesso, ma ora grazie alle misure messe in atto possiamo programmare gli eventi previsti, a ragion veduta, per il periodo del mese di Aprile p.v.

Nel frattempo metteremo in atto iniziative con i vari partners per accrescere la consapevolezza da parte dei cittadini, in particolare nei confronti delle nuove generazioni, che l'integrazione e l'inclusione sono fondamentali per le persone che vivono in Europa, per le comunità locali e per il benessere a lungo termine delle nostre società e la stabilità delle nostre economie. Se vogliamo contribuire alla prosperità delle nostre società e delle nostre economie, dobbiamo sostenere tutti coloro che fanno parte della società e l'integrazione deve essere un diritto e un dovere per tutti.

 

torna all'inizio del contenuto